orsolinemerici.it

Gruppo dei papà Club Orsolino

Il Club Orsolino riunisce i papà dei bambini e ragazzi frequentanti l’Istituto o di ex allievi. È un gruppo di volontari, aperto a tutti coloro che desiderano partecipare attivamente alla vita della scuola, organizzando eventi speciali, ordinari e straordinari volti a raccogliere fondi a supporto delle rette annuali per le famiglie che si trovino per motivi contingenti in difficoltà. Il club Orsolino condivide e affianca il carisma di Sant'Angela Merici. I papà che ne fanno parte aderiscono in primis al metodo formativo proposto dall'istituto promuovendo attività ludico ricreative, mettendosi in gioco in modo entusiastico e sempre in stretta collaborazione con il Consiglio d'istituto, la Preside e gli insegnanti, e diventando i primi testimoni agli occhi dei propri figli del messaggio di solidarietà e di aiuto. “Mio papà è un Orsolino”. Essere parte del club Orsolino è vivere l'esperienza educativa dei propri figli. Il maggior coinvolgimento nella vita scolastica favorisce un dialogo tra scuola e famiglia ed implementa e solidifica i valori proposti dalla Scuola Cattolica. Il Club da più di sessanta anni mantiene queste tradizioni; cambiano i tempi e le persone che ne fanno parte ma i valori, la voglia di aiutare e di stare insieme rimangono inalterati. Chi fa parte del club dei papà sa bene che aderire è una forma di orgoglio e di impegno, anche nella vita educativa dei giovani. Per questo motivo saremo altresì orgogliosi di poter accogliere tutti i papà desiderosi di portare il proprio contributo. Si organizzano, nell’anno, tre eventi: la festa dell’autunno, la festa della primavera, la festa della scuola che si caratterizzano come momenti di famiglia. Nel corso dell’anno, inoltre, i papà organizzano alcune cene o in istituto o fuori: momenti conviviali di condivisione e di sostegno reciproco nel dialogare e nell’aiutarsi per affrontare il quotidiano.

Mamme del Brasile

Il gruppo delle mamme del Brasile ha una tradizione ultraventennale; formato da circa 30 mamme e alcune nonne (anche di ex allievi), durante l’anno e in particolare nei tempi estivi realizza oggetti e gadget per il mercatino solidale di novembre/dicembre. Il momento del mercatino è un’occasione di incontro con i ragazzi e i bambini per testimoniare la dimensione del volontariato, la bellezza di mettere a disposizione le proprie capacità e l’importanza di donare il tempo. Le mamme, durante l’anno, organizzano alcune merende pomeridiane, momenti per farsi conoscere da nuove mamme, condividere il percorso del lavoro, programmare l’evento del mercatino.

Mamme della scuola dell’Infanzia “La gioia della Pasqua è la gioia della condivisione”

Un gruppo aperto di mamme, nel periodo pasquale, prepara dolci la cui vendita è a favore del progetto “gemellaggio scuola dell’infanzia Sant’Angela Merici – Centro de Educaçao Infantil Santa Úrsula”. Anche le maestre con i bambini preparano biscotti artigianali per arricchire la premiata pasticceria di via Vespri.

Gruppo “Un fiore per te mamma-nonna”

Un gruppo di mamme da qualche anno, in occasione della Festa della mamma, organizza la “Festa dei fiori”, scelti secondo i criteri della bellezza e della accessibilità, affinché tale evento solidale sia un’occasione per tutti di fare gli auguri in modo speciale alla propria mamma, ma anche un’opportunità di raccogliere ulteriori fondi per le famiglie che si trovino per motivi contingenti in difficoltà. Alla serra di via Vespri, in tre giornate, si vive l’esperienza dell’accoglienza delle famiglie, dell’incontro e del dialogo con bambini e ragazzi.

Gemellaggio scuola Primaria e scuola Secondaria: via Vespri – Indianopolis

Dal 2003 i bambini e i ragazzi della nostra scuola si sono attivati a realizzare progetti per la nostra missione orsolina ad Indianopolis: progetto catechetico, progetto Bibbie, progetto ceste basiche, progetto case, progetto primi passi. I bambini e i ragazzi, dopo aver incontrato le suore missionarie di Indianopolis, si sono attivati da protagonisti per raccogliere fondi ed attuare tali progetti. Tali percorsi sono stati coadiuvati da maestre e docenti all’interno del progetto di educazione alla cittadinanza attiva e alla mondialità.